Hotel Giglio LAMPEDUSA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lampedusa


E' l’ultimo lembo d’Italia prima dell’Africa, 120 Miglia SW da Porto Empedocle e 70 dalla Tunisia, la più grande del gruppo delle Pelagie (Lampedusa, Linosa e Lampione) ed é sede del Comune. Lampedusa, dal trascorso storico affascinante, é stata abitata da Greci e Romani; per interi secoli è stata saccheggiata della ricchissima foresta ed é stata colonia del principe Giuseppe Tomasi di Lampedusa (autore del Gattopardo) il quale non ha mai visitato il suo castello nell’isola. Nella ricca storia di quest’isola aleggiano i fantasmi di antichi guerrieri saraceni, pirati e navigatori leggendari.
Un tempo era ricolma di verde lussureggiante,  alberi da frutto e animali selvatici di ogni specie, oggi  é quasi completamente spoglia malgrado gli sforzi per rinverdirla,  l’isola é ricca di colli e vallate, alcuni di questi nascono  al centro dell’isola e si tuffano nella costa a sud, e paiono  minuscoli letti di fiume, in molti casi sono ben visibili  le stratificazioni di sedimenti calcarei sul letto, ma lo  spettacolo di sedimenti calcarei multicolore é rappresentato  dal promontorio nord orientale dove i colori delle stratificazioni,  le scogliere irte e ripide, i faraglioni unitamente al riflesso e ai colori del mare offrono ai visitatori uno spettacolo di impareggiabile bellezza sotto il profilo naturalistico e paesaggistico. Sulle meravigliose spiagge della costa sud ed in particolare nella baia dell’isola dei conigli tra la soffice e bianchissima sabbia depone le uova una specie rara e protetta di testuggine marina la "Caretta Caretta".

L'arcipelago delle Pelagie si trova nell'area compresa fra le seguenti coordinate geografiche:
35°25'00'' e 35°52'00'' latitudine nord - 012°20'00'' e 012°53'00'' longitudine est.
Le coordinate geografiche del porto di Lampedusa sono le seguenti:
35°26'58'' latitudine nord e 012°36'03'' longitudine est.


L'isola di Lampedusa dispone di un aeroporto che la collega  alla terraferma e di un ottimo porto naturale. Di natura  calcarea appare bianca e piatta. La parte più larga é 3,5  Km. e la lunghezza massima é di 12 Km. Il punto più alto  é di 133 metri s.l.m.. Dove abbiamo l’onore di risiedere,  nel passato come nel presente, ha storie spesso paradossali che la mitezza, la perseveranza e l’umiltà del sangue marinaro sconfiggono ogni giorno. Quando spunta l’alba da punta sottile,  che ricopre d’oro quella aspra lingua di terra piatta e  ventilata ma dolce e generosa come il grembo materno da  cui ogni isolano trae linfa vitale e con quel sorso di felicità ingoia le amarezze e le preoccupazioni del vivere in un’isola  d’alto mare. Coordinate geografiche



Torna ai contenuti | Torna al menu